Tag Archives: zucca

Get Prepared for October, 31th! ;-)

28 Ott

Mancano ormai pochi giorni.

Come ogni anno, arriva la fatidica domanda: “Cosa fai ad Halloween?”… Premetto che trovo questa domanda piacevole quasi quanto “Cosa fai a Capodanno?” quando è il 17 agosto, ma si sa, le feste (anche importate) hanno il loro fascino.

Che siate snob per cui “ah, queste feste americane, che idiozia”, che siate party-lover per cui “wooow, un altro party in programma, e per di più in costume”, che siate “uhm, vabbè, intanto questo Halloween con il ponte dei morti ci fa stare a casa a fare il ponte”…. Che siate in qualsiasi modo, anche solo curiose, ho trovato nel web delle immagini interessanti per suggerimenti vari ;).

Se il vostro programma è rimanere a casa, premiatevi almeno con un film scary, da guardare abbracciati a chi volete voi (vi do il permesso anche di non completare la visione del film 😛 – per la serie IfYuouKnowWhatIMean – :D), da guardare in solitaria e farvi investire dai brividi, da guardare in gruppo e spiare con un occhio le reazioni della fifona del gruppo (yeah, that’s me! :D).

Le mie proposte “casalinghe” sono queste:

1921 – Il mistero di Rookford (The awakening).

Sono riuscita a guardarlo persino io (fra le dita delle mani), e secondo me è mistico e intrigante al punto giusto ;). Qui la scheda del film!

The Corpse Bride e Nightmare Before Christmas (che già ci portiamo un po’ avanti).

Classiconi.

Per ricordarsi che anche nei momenti bui e paurosi, c’è sempre un lato dolce e insospettabile ad aspettarci da qualche parte.

Per romanticoni.

ParaNorman.

E’ nei cinema in questi giorni, e l’ho visto personalmente. Bello, proprio bello!

Sempre d’animazione, ma non è un cartone… Non è classico, è alternativo, è profondo e tocca argomenti abbastanza pesanti (io non lo consiglierei come visione in famiglia ecco…), ma come cartoon per adulti che sono ironici e amano il genere noir e i cartoni…. It’s perfect!

Sweeney Todd. 

Per vedere Johnny Depp alla sua ennesima trasformazione (qui a metà fra Paola Marella/Malgioglio/Crudelia de Mon), rabbrividire ogni volta che il rasoio è a portata di gola, per distrarsi con le ottime canzoni (da scoltare in lingua originale). Per Halloween-lover un po’ intellettuali e amanti dei musical 😉

The Rocky Horror Picture Show.

In realtà questo consiglio è blind perchè non l’ho mai visto (i fan staranno andando in ebollizione per questa mancanza, lo so è un film cult!!), ma ho visto che la catena The Space Cinema organizza per il 30 e 31 ottobre la visione al cinema di questo film. E quindi mi sono detta: perchè no? E poi adoro i vecchi film rivisti al cinema… 😉

La Fabbrica di Cioccolato.

Lo so, non è propriamente un film di paura ma personalmente questo film mi dà i brividi.

Fin da bambina il libro mi inquietava in maniera indicibile, e il film mi turba in modo davvero eccezionale. Sarà la figura di Willy Wonka col suo sorriso di plastica, saranno le morti apparenti dei bimbi, saranno gli Umpa Lumpa… Ragazzi, questo film mi fa paura :D!

E se invece volete addobbare casa vostra per un party a tema, ho trovato queste zucche decorate in modo semplicissimo ma molto d’effetto (quella col pizzo, la “lace pumpkin” magari è un po’ impegnativa), io ho deciso che quest’anno almeno una scary pumpkin me la costruisco! 😀

Se invece siete in vena di trasformarvi, il web offre milioni di idee di travestimenti e make up, io vi riporto qualche suggerimento da The Beauty Department, abbastanza sobrio dato che robe sanguinolente/false cicatrici/lenti a contatto bianche etc. etc. non mi fanno impazzire 😉

E infine….. Il cocktail di Halloween a tema: IL BLOODY MARY!

Qui la preparazione più sofisticata, piena di tutti gli ingredienti “wow effect”:

Nome Cocktail: Bloody Mary

Tipologia: Cocktail classico
Ingrediente principale: Vodka – Pomodoro
Tempo di preparazione: 3 minuti
Per quante persone:1

RICETTA:

1 parte di Vodka
3 parti di succo di pomodoro
2 spruzzi di Worcester (io non so cos’è, ma magari voi sì!?)
succo di 1/2 limone
1 goccia di Tabasco
3 cubetti di ghiaccio
sale e pepe per insaporire
una fettina di limone, un rametto di menta o un gambo di sedano per decorare

PREPARAZIONE:

Shakerate per bene tutti gli ingredienti assieme. (che bello!)
Filtrate in un tumbler grande o da vino.

Aggiungete la decorazione che più vi piace.

Che ne pensate? Vi piace Halloween come festa o non la sopportate? Che programmi avete? (haha… Ho iniziato il post dicendo che odio questa domanda e poi ve la faccio… Vabbè, ma son curiosa! :D)

Il Comfort Food. Omaggio a Zucca e Caldarroste

23 Ott

Non c’è nulla da fare.

Negli anni scorsi settembre e ottobre mi facevano salire la malinconia, la fine dell’estate mi rattristava, mi sembrava che la parte più bella dell’anno, in cui prendi il sole e fai i castelli di sabbia (ma anche in aria, complice la brezza estiva), fosse conclusa.

Quest’anno, non so come mai, settembre e ottobre mi stanno piacendo da morire. Forse perchè le temperature sono clementi per usare un eufemismo (sarà l’ultimo commento sul meteo che farò 😛 haha), o forse perchè sono diversa io.

Questo autunno mi sta coinvolgendo, mi sta educando ad amarlo, si sta avvicinando a me, piano piano, per farsi scoprire, come un sussurro.

Quindi omaggio due cibi che per me fanno parte della categoria COMFORT FOOD autunnale: un cibo che sa di casa, di coccole, di calorie a gògò ingurgitate con soddisfazione (e senza sensi di colpa, per una volta!).

Mi piace moltissimo la definizione wikipedia di Comfort food:

Comfort food is food prepared traditionally, that may have a nostalgic or sentimental appeal, or simply provide an easy-to-eat, easy-to-digest meal rich in calories, nutrients, or both. Comfort foods may be foods that have a  nostalgic element either to an individual or a specific culture. Many comfort foods are flavorful and easily eaten, having soft consistencies.

Può esistere una definizione più dolce?

Io adoro la zucca e le caldarroste. In questo periodo sono magiche.

La zucca in tutte le salse: nei ravioli, col risotto (ma mai con gli amaretti, che odio fortemente!)… So che è un cibo un po’ difficile, ma se la adori, la ami per sempre.

Le caldarroste, invece: per strada, nella migliore tradizione dello street food (il cibo da strada è qualcosa di straordinario!!!), consumate in poco tempo, passeggiando per le vie del centro, pagando una fortuna per 5 caldarroste di cui, come tradizione vuole, 2 sono vuote e 1 è marcia ;D. Ma le 2 che rimangono, ripagano.

A voi piacciono? Vi fate coccolare dal vostro personale comfort food?

Anche se, a dir la verità, ora qui a Milano ci sono qualcosa come 28 gradi quindi la voglia di robe invernali è pari a ZERO….  ;)))))

Anzi: fuori i bikini 😛

http://teaskitchenblog.blogspot.it/ (ottimo blog di cucina!!!!!!!)

Queste ultime non si mangiano ma son belle da vedere 😛

Un martedì.

18 Set

Un martedì di settembre con all’apparenza niente di particolare da dare.

Un nuovo braccialetto a sinistra con cui mi sono viziata ieri (di Sal Y Limon).

Il vecchietto del solito bar che ogni giorno mi fissa i vestiti, e mi aspetto che prima o poi mi darà i voti con le palette.

Un cerchio alla testa che mi fa venir sonno.

Una canzone truzza per svegliarmi (questa: Example – Changed the Way You Kiss Me ).

Il meteo che dice che oggi ci saranno 28 gradi e allora vai di vestitino estivo ma con sopra il gipponino perchè non si sa mai.

Un pensiero felice che oggi mi accompagna. Anzi, magari qualcuno in più.

Come il primo post vero 🙂