Tag Archives: domenica

How to. 10 modi per combattere la malinconia della domenica sera, o quando non si riesce a staccare la spina ;)

13 Gen

E’ domenica sera. Domani è lunedì.

Ahimè, è una triste verità. Abbiamo passato due giorni (auspicabilmente) in buona compagnia, con buon cibo, buon relax, buoni amici. Magari abbiamo fatto un sacco di cose, abbiamo stirato, lavato, approfittato dei saldi, andati al cinema.

E ora, quando ci rendiamo conto che una settimana nuova sta per iniziare, sale un po’ (UN PO’? :p) di malinconia. Perchè è tempo del dovere.

Oppure, è un giorno come tanti, e non siamo riusciti a staccare la spina dai nostri problemi.

Ovviamente non esiste una bacchetta magica (altrimenti non avrebbe prezzo), ma mi sento di darvi qualche personale consiglio per rilassarvi, o per placare la paura di qualche cosa che vi rende lo stomaco grande come una nocciolina (qualcosa da fare, qualcuno da incontrare eccetera eccetera, non sto a farvi l’elenco!) 😀

Io adotto questi accorgimenti e, anche se non risolvono il problema, lo alleviano 🙂

119160968

 

1. Breathe in, breathe out.

Respirare calmissimamente come dicono i guru del piffero. Concentrarvi sul respiro e sull’aria che vi ossigena i polmoni. Se potete, passate del tempo all’aria aperta: ormai la nostra vita si svolge sempre al chiuso. Anche se fa freddo, prendetevi una manciata di minuti per respirare l’aria gelida dell’inverno, che vi ossigena e vi fa sentire vivi! Ecco, magari non ammalatevi 😛

 

2. Tisane come se non ci fosse un domani.

Infusi relax, beveroni della salute, miele, tè alla fragola. Fanno bene al gusto, al cuore e anche allo stomaco: sentire qualcosa di caldo sullo stomaco fa bene, rilassa i tessuti interni e vi scalda il cuore. YEAH! Magari con un’aroma nel deumidificatore, tipo LIMONE, che io adoro!

 

3. Guardare un film CATASTROFICO.

ALIENI, SPARATORIE, KOLOSSAL KON LA KAPPA, ASTRONAVI, CASINI, GRANDI EVENTI. The Day After Tomorrow, La Guerra dei Mondi, CloverField, quello che vi pare. Relativizza molto i vostri problemi e vi fa sentire fortunati :P.

 

4. Guardare un film horror.

Così vi terrorizzate e i vostri problemi non saranno più la vostra principale preoccupazione: sarà controllare sotto il letto o nell’armadio che BoogeyMan non vi sia venuto a prendere. E provare un po’ di sollievo, pure, pensare che se vi venisse a prendere almeno domani non dovreste andare al lavoro! 😀

 

5. Programmare qualcosa di bello:

il week end successivo, la sera del prossima martedì, la mattina del giovedì. Proiettarmi sul futuro positivo mi fa sentire molto più serena!

 

6. Una bella chiacchierata telefonica con un’amica, un amico, un amante, una nonna, una sorella. Qualcuno. QUEL Qualcuno che vi fa star meglio.

 

7. Fare shopping online.

Magari approfittando dei saldi: navigare nei siti dei vostri negozi preferiti è come un viaggio in Wonderland, vi perdete, vi concentrate molto di più sul prezzo e sulla qualità, e fate affaroni. Non lo raccomando in modo compulsivo, ma per piccoli acquisti: una sciarpina, un libro, un dvd, l’ultimo perizoma di Intimissimi (che ormai la taglia, dai, la sappiamo, è sempre la stessa e non c’è bisogno di provare!)

 

8. Immaginare i vostri detrattori/persone cause di problemi/eccetera in mutande. Ma brutte.

Tipo di raso rosso aderente o leopardate e di una taglia più piccola. Poi immaginateveli che fanno la cacca. ESATTO. Fanno ancora così paura? 😛

 

9. Buttare via (o dare via!) qualcosa che non usate più.

Per i più nostalgici consiglio anche archiviare, ma sono più per il “disfarsi”. Io mi sono ripromessa che ogni domenica sera devo riorganizzare qualcosa. Anche di piccino. Per esempio, stasera ho buttato via due completini intimi che giacevano da anni nel mio cassetto. No, non ho più la seconda di reggiseno da un bel pezzo. VIA!!!! E spazio per nuove cose. Un libro che serve a pareggiare i tavolini? REGALATELO, DONATELO, RICICLATELO. Vestiti, libri, soprammobili orripilanti. VIA. GIURO che poi vi sentirete un pochino più leggeri.

 

10. Dedicarvi alla vostra passione, la VOSTRA, quella che in pubblico potete negare di avere,

tipo essere fan della tv spazzatura o essere appassionate di 50 sfumature di grigio. Vi piace il trash? Andate matte per i giornali di Gossip in cui vi svelano la marca di mutande del tronista anni 2000? DOMENICA SERA E’ IL VOSTRO TEMPO. Leggete il vostro libro, guardatevi le vostre serie stupide, fate quello che vi fa star bene :P. Magari, se possibile, con un po’ di silenzio intorno e il cellulare spento (con altro numero per emergenze). Ma se possibile dateci dentro. E ricaricatevi!

 

Che ve ne pare? Io faccio così… Voi avete qualche personale “formula magica?” SONO TUTT’ORECCHIE!

 

Un bacio!!

 

Ps. 11. ovviamente, è passare la domenica sera con amici-ci, family o boyfriend. Preferibilmente fuori. Come se non ci fosse un domani :D! (ma invece c’è, kekkazzo)

115004421

109718475

102415909

98898349

144652396

142841526

88978627

108271834

137527544

 

Breakfast-topia. Breakfast absolut love

5 Ott

L’ora è un po’ tarda, l’ora della colazione è passata da un po’ (o è appena iniziata, per le più fortunate! haha).

Ma voglio dedicare un post intero alla colazione. LA COLAZIONE.

Io la amo.

Completamente, senza remore, in modo assoluto.

D’altronde, se il nome del blog  è La Schiuma del Cappuccino un motivo ci azzeccherà… hehe!!

In ogni caso, non importa dovermi svegliare 20 minuti prima ogni mattina (durante la settimana) e prepararla con calma il sabato e la domenica.

Anzi, le colazioni del sabato e della domenica meritano una menzione d’onore.

Mi piace la colazione, mi piace il cibo mattutino, tutto, senza esclusione, e mi piace condividerla.

E’ bello fare colazione con qualcuno, a casa o in un ‘breakfast club’ (leggi = bar) particolare e speciale.

Di solito si condivide un pranzo o una cena, la colazione è diversa.

Proprio per questo mi sembra un momento rubato. Un momento ritagliato ai ritmi frenetici, agli impegni col cronometro in mano, alla conta delle calorie e alla linea (una bella colazione si può anche fare con cibi super light, ma per scelta di gusto personale  e non per restare leggeri – anche perchè, come dicevano i saggi nonni, la colazione è davvero un “pasto” fondamentale!).

Che sia un momento da condividere con famiglia, amici, amanti vecchi e nuovi, compagni di stanza, di vita o di appartamento, è un rituale a cui io non sento mai di rinunciare. Anche quando sono da sola.

Perchè nella tranquillità di casa, del silenzio, faccio il punto della situazione. Mi rilasso, vado in fissa e dopo un po’ vedo tutto sfuocato, mangio con calma, mastico, sento bene i sapori, mi pregusto il momento e mi preparo ad affrontare la giornata.

Se invece ho un po’ di tempo e voglio viziarmi, vado di tv e cartoni idioti, meglio se della mia infanzia, per ghignare un po’ da sola e prendere l’inizio della giornata con leggerezza (ho avuto i miei momenti HandyManny, La casa di Topolino – che fra l’altro ha un jingle assurdo, ti entra in testa e non se ne va piùùùùùùùù-, Pingu, eccetera eccetera). Alcuni poi sono così semplici e senza senso che scatta subito il risolino.

Altre colazioni invece le condivido con le amiche, ci svegliamo prima e andiamo in un bel bar, chiacchieriamo un’oretta e poi via al lavoro (l’alzataccia viene sempre ripagata ❤ ).

Quando invece in vacanza ci sono le colazioni negli hotel con mille mila cibi diversi, lì raggiungo il Nirvana (tranne quando danno solo le brioche vuote, le briuoche vuote mi fanno tristezza e malinconia).

E voi? Che colazione preferite??

Dolce, salata, solitaria, al bar, con fiori, a letto, in compagnia, con pancakes, con cereali e latte, con caffè, con cappuccino?

Sbizzarritevi che son curiosa :))

Brown – choco breakfast con Pan di Stelle!

Double Heart Yolk Egg on Toast!

Uhm…. Cosa mi prendo oggi?

Classica Colazione da Tiffany. Obviously ❤

Focaccine al formaggio…….. :-Q__________