Tag Archives: dicembre

Capodanno. Danni, capi, anni nuovi!

30 Dic

Chi lo ama, chi lo odia. Come Halloween.

Chi lo vive con la nostalgia di qualcosa che lascia, chi è impaziente di scartare l’anno nuovo.

Chi ha tradizioni particolari, chi dice “vado a dormire alle 9, e tanti saluti”. Chi organizza il cenone e il party di fine anno a partire dal 16 agosto. Di due anni prima.

Per me, come per ogni Cappuccina che si rispetti (nevvero? :D) è solo un’altra scusa per festeggiare e per stare un po’ con le persone che amiamo, o che vorremmo amare, o con cui vorremmo almeno iniziare a parlare e poi succeda quel che succeda, complice un calice di champagne o un bicchiere di plastica con la Coca e il mio nome scritto sopra che poi che schifo lo bevono tutti. (Io sono per la Cochina).

E dunque, post di rito: ispirazione per l’ultimo dell’anno, o per la mattina del primo (Capodanno è l’1 in realtà!).

139724645

 

Il mio mega-consiglio è: OSATE. E indossate il ROSSO. Fa clichè? CHISSENEFREGA.

Il grigio, il nero e il bianco, il beige, il greige, avremo tutti i prossimi mesi per indossarli.

Il rosso fa subito diva, è il colore del sangue, dell’amore, della passione, ed è associato all’energia e all’euforia.

Vorrete mica fare i musoni proprio il 31? Osate!

Eyeliner spesso e da occhi di gatto, che Amy Winehouse in confronto era truccata acqua e sapone?

VAI.

Tutto l’anno siamo severe con noi stesse, ci censuriamo, pensiamo a cosa penseranno gli altri. Stanotte no! Provate nuovi cocktail, parlate con gli amici degli amici degli amici senza vergogna, e siate felici di essere vivi dopo che i Maya hanno toppato :P.

Io consiglio anche di indossare un accessorio o qualcosina di bianco candido, perchè per i brasiliani porta fortuna, e poi con il rosso sta benissimo.

Ecco, magari non vestitevi simil-babbo natale che il tempo del natale è andato, ma una sfumatura di bianco secondo me ci sta, lo consiglia pure Inés de La Fréssange!

😀

E quindi gettatevi, che sia nella mischia, nel vostro lettino, fra braccia di sconosciuti.

Quest’oggi mi sento impertinente e mi auguro che vi sentiate anche voi così.

Ps. Io per Capodanno vado a Parigi ;)! Au revoir!

200435256-001

73090985

139490888

139312349

86088032

107227572

200498323-002

151422435

136491363

200213936-005

157974529

113215820

56614127

84542334

200496761-001

103740002

200282896-001

CA20628

149507991

Annunci

Maya. Se il 21 sarà la fine, ecco i miei Proud Of.

19 Dic

Così, perchè ogni tanto mi viene voglia di fare la giovane alternativa e mi dico che nel dubbio è meglio fare testamento. Per sapere finché son qui cosa voglio lasciare.

E che cosa, per un motivo o per l’altro, sono soddisfatta di aver fatto prima di questo fuckin’ 21 dicembre (Maya infami, almeno fate passare Natale e Capodanno!).

Oggi il mood va così! AlegrYa.

E dunque.

Se il 21 ciao ciao a tutti…. Ecco qualche cosa di cui sono orgogliosa. Qualcosina che sono contenta di aver fatto prima di finire a far compagnia ai Maya.

132337152

– Aver cambiato radicalmente colore di capelli una volta nella vita, da biondo a rosso.

– Essermi pentita amaramente di ció e dunque apprezzare ancora di più la mia blondosità

– Aver visto il borgo medievale piú piccolo del mondo nonchè set di un livello di Assassin’s Creed (Monteriggioni, ndr)

– Aver vinto la sfida “vediamo chi ha il coraggio di assaggiare la terra” all’asilo. Per averci provato col mio piccolo cuore coraggioso e incosciente. Per la cronaca, sa di sale e crocchia sotto i denti

– Avere fatto una vacanza (e non solo una) della serie paghiamo 50€ a testa per una settimana in 18 in un monolocale

– Aver fatto un road trip per l’Italia

– Avere assaggiato le barbabietole ed essermi resa conto che le adoro

– Essere caduta da tacchi troppo alti giú per le scale, davanti a Lui, mentre veramente me la credevo tantissimo

– Aver provato almeno una volta la sensazione del groppo in gola che diventa una risata

– Aver fatto un falò in spiaggia ed essermi congelata. But it was worth it

– Essere stata vittima di sconosciuti ai gavettoni di ferragosto. Si vede che ispiro un po’ violenza e un po’ gioco

– Aver vinto il titolo di Miss Colonia a Latte di Sole. A 12 anni sono soddisfazheioni

– Aver tenuto un diario segreto da poter rileggere ora. E amarmi un po’ perché certe seghe mentali erano dei capolavori di delirio

– Aver visto dei piccioni appena nati schiudersi dalle uova: questi maledetti avevano nidificato sul mio balcone

– Avere incontrato vecchiette che ti mostrano la foto di loro da giovani e poi dicono a te e al tuo ragazzo :”fate l’amore tutti i giorni voi che ancora potete” (Recanati 2009, giuro)

– Avere una poesia preferita. E non perchè é figo averne una, non perchè ti fa sembrare profonda. Ma perchè ti piace. La mia è La pioggia nel pineto di D’Annunzio.

– Aver osservato il fuoco in un camino a lungo. Così a lungo che dopo un inizio meditativo ormai ti sembra di essere sotto funghi allucinogeni e cominci a vedere Sirius Black tra le fiamme. Ma pensi e ti perdi via.

– Idem per il mare. Cliché. Ma cosa darei per andarci in fissa ora. ORA.

– Aver ballato come se non ci fosse un domani. E “come se non ci fosse nessuno a guardarmi”, come dicono le sfigate (CERTO)

– Aver fatto qualcosa dal sapore proibito, perché chi è senza peccato non ha un cazzo da raccontare

– Aver fatto ridere tutti di gusto, almeno una volta, con una battuta vergognosa e imbarazzante e che non avrebbe dovuto far ridere

– Essermi sentita completamente fuori posto almeno una volta. Perchè ogni tanto fa pure bene.

– Aver sperimentato una pizza a caso, un cocktail a caso, un film a caso. Ed essere riuscita a farmelo piacere almeno un po’

– Aver avuto una passione temporanea che poi é passata (a me capita ogni mese quindi stiamo apppposto)

– Aver passato più di 36 ore sveglia. Continuo a pensare che quel caffé era strano.

– Aver letto un libro dall’inizio alla fine senza mai staccare gli occhi. Era una domenica.

– Aver chiesto dove si trovava il burro di arachidi al commesso dell’esselunga ed essere stata tacciata dal suo sguardo silente come anglofila snob e potenzialmente problematica

– Essere andata a un matrimonio e aver pianto appena il piede ha toccato il pavimento della chiesa (non era il mio ma vabbè!)

– Aver inventato un gioco stupido. Ed aver reclutato adepti nel gioco. Adoro!

– Aver detto un vaffanculo sincero. Di quelli che ti gonfiano il collo

– Aver visto il Colosseo (ed essermi sentita just a little bit like THE GLADIATOR)

– Aver fatto una foto con Pippo a Disneyland. Non è un ragazzo sudaticcio dentro a uno scafandro di pelouche con problemi finanziari. È PIPPO

– Aver provato tutte le giostre possibili. Sì, anche le tazze e la casa mostruosa con gli attori veri.

– Essersi fatti fregare i soldi su internet. Prima o poi, capita. É un rito di passaggio. (spero per voi che non ci crediate :P)

– Aver scritto un libro. Bè, era una tesi, ma il concetto è “qualcosa di interamente tuo, che se strizzi esce sangue e sudore”

– Aver preso almeno una volta il massimo dei voti

– Aver preso almeno una volta il minimo dei voti

– Aver rotto qualcosa

– Averlo aggiustato

– Essersi vista attraverso gli occhi di un’altra persona. E, per un momento almeno, essersi piaciuti

– Aver detto ti amo

– Aver detto non ti amo piú

– Aver detto ti amo ancora

– Essere andati a letto e non essere riusciti a dormire. Macina che ti macina, fa bene pure quello, ogni tanto

– Aver cambiato radicalmente idea (almeno una volta)

– Aver creato una cornice bricolage con le mie mani

– Aver aspettato qualcosa e poi averlo avuto. 5 minuti, 1 ora, 10 giorni, 5 anni.

– Aver comprato qualcosa di inadatto e imbarazzante. E non avere il coraggio di buttarlo via.

– Essermi addormentata in un prato

– Essermi addormentata su una barca

– La barba ruvida su una guancia da piccolina. Papà.

– Avere annusato l’odore di un dopobarba buono

– Avere qualcosa da raccontare ai nipotini

– Dire di avere qualcosa da raccontare ai nipotini

– Averlo davvero.

images

E la vostra lista di Proud Of? Di cosa siete almeno un po’ contenti di aver fatto prima di tirare il calzino – figurativamente? 😀

Spero di avervi fatto sorridere e non depresso :D.

E comunque, da ultimo, son contenta di aver iniziato questo BloghYno. Per tanti non è nulla di che, ma per me è un pezzettino di cielo, o di cuore, o di Nutella. Rendo idea più con la Nutella eh? 😀

Quest’oggi vi do un bacio!